Colonna di Alessandro, San Pietroburgo eterna

di
Colonna di Alessandro, San Pietroburgo

Colonna di Alessandro, San Pietroburgo

Nel cuore della piazza del Palazzo di San Pietroburgo, la colonna di Alessandro è memento alla gloria: imponente tributo verticale allo zar che sconfisse l’armata di Napoleone nella Campagna di Russia del 1812.

Realizzata tra il 1830 e il 1834, venne progettata dall’architetto francese Auguste de Montferrand, e costruita dall’architetto svizzero Antonio Adamini. L’opera fu inaugurata ufficialmente il 30 agosto 1834.

Quando il sole è allo zenit, la sua ombra di 47,5 metri, lunga quanto la sua altezza, sfiora il Palazzo d’Inverno che ha di fronte. Tutto della colonna di Alessandro è immenso, a cominciare dal peso: 710 tonnellate complessive.

Il monumento ha un pilastro monolitico di granito rosso finlandese: è alto 25,5 metri con un diametro medio di 3,38 metri (3,66 m alla base e 3,20 alla sommità) e si poggia su un piedistallo a base quadrata dove si trova l’iscrizione: “Ad Alessandro I la Russia riconoscente”.

La base è decorata da bassorilievi con allegorie di vittorie militari: furono fatti dagli scultori russi P.V. Sintsov e J. Lepp grazie ai disegni del pittore e decoratore italiano naturalizzato russo, Giovanni Battista Scotti.

Sulla sommità della colonna di Alessandro, un angelo in bronzo regge una croce latina. La statua ha le sembianze dello zar ed è stata realizzata dallo scultore russo Boris Orlovskij (1793-1837).

Vista da sotto, l’opera è ancora più impressionante. Basti pensare che per trasportare il pilastro attraverso il golfo di Finlandia, venne costruita una nave che fu trainata da due piroscafi per oltre cento chilometri.

Giunta a destinazione con molte diffcoltà, la colonna di Alessandro – il più alto monumento al mondo eretto senza supporti – fu innalzata in sole due ore con il lavoro di tre mila uomini diretti dallo scozzese William Handyside.

Oggi è ancora lì nel cuore della piazza del Palazzo di San Pietroburgo, memento alla gloria di uno degli zar più grandi che la Russia abbia mai avuto. E a indicare, con la sua ombra, il palazzo d’Inverno di fronte.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Colonna di Alessandro, San Pietroburgo eterna"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...